Colin Firth

Colin Firth
Cognome Firth
Nome Colin
Nome Anagrafe
Data di Nascita 10/09/1960
Luogo di nascita Grayshott, Hampshire, Inghilterra, Regno Unito
Segno Zodiacale Vergine

Colin Firth nasce in Inghilterra, nella contea dello Hampshire, il 10 settembre 1960. E’ figlio di due stimati docenti universitari.

Trascorre la prima infanzia in Nigeria insieme ai nonni, che sono una coppia di missionari. Torna presto in Inghilterra dove inizia gli studi di recitazione presso la Drama Centre di Chalk Farm, qui inizia a lavorare sul palcoscenico con molte rappresentazioni e gli viene proposto di unirsi alla compagnia West End di Londra.

Contemporaneamente alla brillante carriera teatrale, Firth cerca di avanzare anche nel mondo del cinema. Dopo essere apparso in alcuni spot pubblicitari e telefilm, nel 1984, viene scelto per la versiona cinematografica di “Another Country”, spettacolo che aveva già interpretato a teatro con discreto sucesso.

Qualche anno più tardi lo vediamo in “Valmont” (1989) di Milos Forman. Sul set conosce la sua futura compagna, e madre di suo figlio, l’attrice Meg Tilly, ma la relazione durerà pochi anni. Nel 1995 ottiene grande popolarità grazie alla versione di “Orgoglio e Pregiudizio” realizzata per la televisione britannica.

L’anno successivo viene incluso nel cast di “Il paziente inglese”, insieme a Ralph Fiennes e Juliette Binoche. Grazie a questa pellicola il suo volto diventa popolare anche ad Hollywood. Nel 1998 lo vediamo recitare nei panni di Lord Wessex nel famoso e pluripremiato “Shakespeare in Love” di John Madden.

Qualche anno più tardi, grazie a “Il diario di Bridget Jones”, il suo successo, ottenuto soprattutto tra il pubblico femminile, decolla.
In questo film, che vede come protagonista la goffa ed impacciata Bridget Jones interpretata da Renèe Zellweger, Firth recita il ruolo dell’avvocato Mark Darcy, l’uomo dei sogni di Bridget. Il successo al botteghino è notevole e così lo vediamo anche nel fortunato sequel “Che pasticcio, Bridget Jones!” (2004).

Tra i successi cinematografici di Colin Firth ricordiamo “L’importanza di chiamarsi Ernesto” (2002), tratto dall’omonima commedia di Oscar Wilde, “La ragazza con l’orecchino di perla” (2003) in cui interpreta il pittore fiammingo Johannes Vermeer e “Love actually” (2003) di Richard Curtis.

Nel 2007 interpreta Ambrosio Aureliano nel film "L'ultima legione", successivamente fa parte del cast "Mamma Mia!" insieme a Meryl Streep.

Colin Firth recita anche in "A Single Man" di Tom Ford, il quale viene presentato in concorso al Festival di Venezia 2009.

In questa manifestazione, Colin Firth, viene premiato con la Coppa Volpi, per la migliore interpretazione maschile.
 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine