Riccardo Scamarcio

Riccardo Scamarcio
Cognome Scamarcio
Nome Riccardo
Nome Anagrafe
Data di Nascita 13/11/1979
Luogo di nascita Trani
Segno Zodiacale Scorpione

Riccardo Scamarcio nasce a Trani il 13 novembre del 1979. Abbandona gli studi liceali scatenando l’inevitabile ira dei genitori e, a soli 16 anni, si trasferisce nella capitale per frequentare i corsi di recitazione del Centro Sperimentale.

Dopo molto teatro, nel 2001 debutta in televisione con la serie “Compagni di scuola”. Di lì a poco lavora con Damiano Damiani nel film per la televisione “Ama il tuo nemico 2”, mentre l’atteso l’esordio sul grande schermo è con la regia di Marco Tullio Giordana nel 2003, nell’impegnativo e gratificante film “La meglio gioventù”.

Lo stesso anno, dopo aver interpretato “Ora o mai più” di Lucio Pellegrini, viene chiamato da Luca Lucini per il ruolo che lo consacra come divo degli adolescenti: il diciannovenne sfaccendato e arrogante Step in “Tre metri sopra il cielo”.

Con questa performance, non solo riscuote uno stupefacente successo di giovani e trasognanti ammiratrici, ma si afferma come uno dei nuovi talenti, nel panorama attorale, più promettenti dei prossimi tempi venturi, ottenendo il Globo d’Oro come miglior attore esordiente.

Nel 2004 è anche nel cast de “L'odore del sangue” di Mario Martone, e, l’anno successivo, anche in quello della gradevolissima commedia dai toni romantici “L'uomo perfetto”.

Infine, nel 2005, sul set di “Texas” di Fausto Paravidino, incontra l’attrice Valeria Golino, 14 primavere più avanti di lui, con cui si fidanza, e ottiene una nomination ai Nastri d’Argento come miglior attore non protagonista.

È scritturato, nel 2005, da Michele Placido per essere il tenebroso assassino chiamato “il Nero” in “Romanzo criminale”.
L’anno dopo si rimette a lavorare con Martina Stella ne “La freccia nera”.

Con Monica Bellucci, nel 2007, scandalizza il pubblico grazie alla loro intensa scena di sesso in “Manuale d'amore 2 – Capitoli successivi” di Giovanni Veronesi, e collabora con Elio Germano in “Mio fratello è figlio unico” di Daniele Luchetti.

Riveste un’altra volta i panni di Step in “Ho voglia di te”, proseguimento di “Tre metri sopra il cielo”, diretto da Luis Prieto.
 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine