Giovanna Mezzogiorno

Giovanna Mezzogiorno
Cognome Mezzogiorno
Nome Giovanna
Nome Anagrafe
Data di Nascita 09/11/1974
Luogo di nascita Roma, Italia
Segno Zodiacale Scorpione

Giovanna Mezzogiorno è figlia d’arte, nata dall’unione di Vittorio Mezzogiorno (uno dei più amati e discreti attori italiani) e dell’attrice Cecilia Sacchi.

Segue le orme dei genitori, conosce Peter Brook giovanissima (il padre recitò nello storico “Mahabarata”) e studia due anni a Parigi nel Workshop dello stesso Brook “Le Centre International de Créations Théatrales”, quindi nel 1995-96 debutta a teatro nella splendida cornice delle Bouffes du Nord con “Qui est là”.

La strada è spianata per la giovanissima Giovanna Mezzogiorno, nel 1997 la vediamo infatti alle prese con il primo film della sua carriera: “Il viaggio della sposa” di Sergio Rubini, col quale vince anche la Targa d’Argento per la categoria dei nuovi talenti italiani.

Siamo nel 1998 quando è interprete in “Del perduto amore” con Michele Placido, ed è in quell’anno che incontra e conosce Stefano Accorsi, anche lui attore emergente, col quale inizierà un lunga storia d’amore.

Ed è proprio in coppia con Accorsi che la Mezzogiorno si impone al vasto pubblico nel film, ormai culto, “L’ultimo Bacio” di Gabriele Muccino, che la vede protagonista femminile in un ruolo tutto sussulti, grida e pianti, in perfetto stile Muccino.

Anche nel caso de “L’ultimo Bacio” la Mezzogiorno riceve un premio, più precisamente il premio Flaiano come miglior attrice (per la seconda volta).

Nel 2002 vince il Nastro d’Argento per la sua interpretazione della giornalista Ilaria Alpi nel film “Ilaria Alpi – Il più crudele dei giorni” di Ferdinando Vicentini Orgnani.
Tuttavia il film che decreta il successo professionale della giovane Giovanna arriva nel 2003 ed è “La finestra di fronte” per la regia di Ferzan Ozpetek; qui la vediamo accanto ad un sempre bello Roul Bova e ad un intenso Massimo Girotti: fioccano i premi, dal David di Donatello, al Ciak d’oro, al secondo Nastro d’argento e al terzo Premio Flaiano.

La carriera della Mezzogiorno pare in costante ascesa tanto che nel 2004 recita in un cast d’eccezione, per Sergio Rubini, nel film “L’amore ritorna”, in quest’occasione la vediamo insieme a Michele Placido, Mariangela Melato, Fabrizio Bentivoglio e Margherita Buy oltre che con lo stesso Rubini.

Il 2004 è anche l’anno di una produzione italo-francese “Il club delle promesse” e dell’esperienza teatrale, non molto felice, con “Psicosi delle 4.48” l’ultimo testo dell’autrice inglese Sarah Kane prima del suicidio.

Nel frattempo finisce la relazione con Accorsi. Dal 2005 ad oggi l’attrice non ha mai smesso di lavorare, l’abbiamo vista in “La bestia nel cuore” della Comencini e nel nuovissimo “L’amore ai tempi del colera” di Mikle Newell, in aggiunta a molti altri film.

Non sono mancate le collaborazioni televisive e quelle estere, come per “The Palermo shotting”.


 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine