Giancarlo Giannini

Giancarlo Giannini
Cognome Giannini
Nome Giancarlo
Nome Anagrafe
Data di Nascita 01/08/1942
Luogo di nascita La La Spezia, Italia
Segno Zodiacale Leone

Giancarlo Giannini, uno dei migliori attori del nostro Paese, è nato a La Spezia il 1° agosto del 1942. Da giovanissimo si trasferisce a Napoli insieme alla famiglia, qui studia per diventare perito elettronico.

Una volta conseguito il diploma e dopo aver raggiunto la maggiore età, si sposta a Roma. Nella capitale si iscrive all'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico. ù

Questo è il punto di partenza per la sua carriera da attore.
In questo periodo inizia a girare diversi teatri con numerosi spettacoli in cui non manca di far notare il suo grande talento artistico.

Partecipa ad alcuni progetti teatrali di Zeffirelli, recitando accanto ad Anna Magnani, raccogliendo applausi persino a Londra. Verso la metà degli anni ’60 comincia a lavorare anche in ambito cinematografico.

La prima pellicola a cui partecipa è “Libido” (1965) di Ernesto Gastaldi.

In seguito partecipa ad altri piccoli film e inizia a stringere un fruttuoso sodalizio artistico con la regista Lina Wertmuller che prende il via con i musicarelli “Rita la zanzara” e “Non stuzzicate la zanzara”.

Uno dei personaggi indimenticabili che interpreta Giannini, sotto la direzione della Wertmuller, è quello di Carmelo “Mimì” Mardocheo, l’ironico operaio siciliano protagonista del celebre “Mimì metallurgico ferito nell’orgoglio” (1972).

Da questo momento la presenza di Giancarlo Giannini nel cinema italiano, e anche internazionale, diventa un punto fermo.

I ruoli e i personaggi che ha interpretato durante la sua carriera sono numerosissimi, solo per citare alcuni dei film a cui a partecipato ricordiamo “Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto” (1974) in cui recita in coppia accanto a Mariangela Melato e per il quale è stato ampiamente acclamato dalla critica, “Pasqualino Settebellezze” (1975) per cui riceve una nomination agli Oscar, “L’innocente” (1976) diretto da Luchino Visconti, “New York stories” (1989) firmato da Francis Ford Coppola, “Il profumo del mosto selvatico” (1995) con Keanu Reeves e l’horror “Darkness” di Jaume Balagueró.

Oltre ad aver recitato per il cinema, Giannini, ha lavorato molto anche per la televisione italiana, interpretando numerose fiction di successo.

Inoltre ha anche doppiato molte pellicole, prestando la sua voce ad attori celebri, uno dei migliori esempi di questa sua attività è il doppiaggio di Jack Nicholson in “Shining”, per il quale ha ricevuto i complimenti del regista stesso, Stanley Kubrick.

L’attività artistica di Giannini è attualmente ancora molto viva, presto lo rivedremo al cinema con la pellicola “Quantum of Solace” (2008).
 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine