Kirsten Dunst

Kirsten Dunst
Cognome Dunst
Nome Kirsten
Nome Anagrafe Dunst, Kirsten Caroline
Data di Nascita 30/04/1982
Luogo di nascita Point Pleasant, New Jersey, U.S.A.
Segno Zodiacale Toro

Kirsten Caroline Dunst nasce in una città del New Jersey il 30 aprile del 1982 da una gallerista svedese e da un medico tedesco.

La sua carriera artistica comincia molto presto, a soli tre anni inizia a comparire in alcuni spot pubblicitari e, a partire dalla fine degli anni Ottanta, partecipa ad alcuni famosi show televisivi come il “Saturday Night Live”.

Nello stesso periodo comincia a recitare anche per il cinema, il primo film in cui lavora è “New York stories”(1989), dove appare nell’episodio diretto da Woody Allen e , l’anno seguente, la vediamo in “Il falò delle vanità” di Brian De Palma.

Nel 1994 ottiene un discreto successo grazie a “Intervista col vampiro”, in cui le viene affidato il ruolo di Claudia, una bambina iniziata al vampirismo da Lestat De Lioncurt (Tom Cruise).

La pellicola suscita stupore per una scena in cui la Dunst, all’epoca undicenne, riceve un bacio da Brad Pitt.

Cavalcando l’onda di celebrità, nello stesso periodo viene ingaggiata per recitare in “Piccole donne”, dove interpreta Amy, e in “Jumanji”.

Negli anni successivi completa i suoi studi presso la Notre Dame High School di Los Angeles, mettendo un poco in secondo piano il mondo del cinema.

A partire dal 1999 però, dopo aver conseguito il diploma, ricomincia a pieno ritmo a lavorare nell’industria di Hollywood.

Sofia Coppola la sceglie per interpretare il film indipendente “Il giardino delle vergini suicide” e, successivamente, la vediamo comparire in alcune pellicole commerciali come “Bella da morire”, “Il corvo 3” e “Ragazze nel pallone”.

Nel 2002, grazie al ruolo di Mary Jane Watson interpretato in “Spider-Man”, il suo successo e la sua popolarità crescono notevolmente.

In seguito recita in altre pellicole di discreto successo come “Mona Lisa smile” in cui lavora al finaco di Julia Roberts e Julia Stiles, “Se mi lasci ti cancello” e la commedia romantica “Elizabethtown” dove diventa co-protagonista insieme ad Orlando Bloom.

Nel 2006 viene diretta nuovamente da Sofia Coppola in “Marie Antoinette”, in cui alla Dunst viene richiesto di interpretare in chiave pop il personaggio della leggendaria regina di Francia.

Prossimamente la vedremo sul grande schermo con “All good things” di Andrew Jarecki.

 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine