Kim Rossi Stuart

Kim Rossi Stuart
Cognome Rossi Stuart
Nome Kim
Nome Anagrafe
Data di Nascita 31/10/1969
Luogo di nascita Roma, Italia
Segno Zodiacale Scorpione

Kim Rossi Stuart è figlio d’arte dell’attore Giacomo Rossi Stuart, ed esordisce nel mondo del cinema come bambino prodigio a soli 5 anni nel film “Fatti di gente perbene”, che rimarrà la sola pellicola con il piccolo Kim.

Arriviamo infatti nel 1986 per rivedere l’attore alle prese con un piccolo ruolo in un film famosissimo: “Il nome della rosa” con Sean Connery.

Grazie a questa partecipazione Kim Rossi Stuart verrà chiamato diciottenne per interpretare Anthony Scott ne “Il ragazzo dal kimono d’oro” italianizzazione un po’ sporcata del fenomeno Karate Kid.

Dobbiamo aspettare il 1991 perché l’attore diventi noto al grande pubblico: accanto ad una giovanissima Alessandra Martines, Kim Rossi Stuart interpreta il principe Romualdo in “Fantaghirò” favola per la televisione diretta da Lamberto Bava, il film è un vero e proprio successo, i bambini rimangono incollati al televisore, e le più piccole (e anche le mamme) si innamorano dei bellissimi occhi del principe.

Il successo del primo episodio di questa saga per piccoli decreterà la sua continuazione, che vedrà la realizzazione di ben 5 Fantaghirò (un sesto è forse in fase di discussione) e Kim sarà il bel Romualdo in 4 dei 5 episodi (il sesto si svolge in un altro mondo).

Tuttavia per vedere il bel Kim in ruoli impegnati si dovrà aspettare ancora un po’, e arriviamo così nel 1994 dove recita per Alessandro D’Alari in “Senza pelle” e per Umberto Marino in “Cuore Cattivo”.

Nel 1995 Kim Rossi Stuart è attore in “Al di là delle nuvole” diretto Michelangelo Antonioni e Wim Wenders, ma anche la televisione lo richiama per “Il rosso e il nero” di Jean-Daniel Verhaegh.

Nel frattempo Kim amplia i suoi orizzonti abbracciando il mondo del teatro, di cui diverrà un assiduo, ed è così che lo vediamo nel “Re Lear” di Luca Ronconi nel ruolo di Edmund nel 1994, nel 1996 è protagonista nel “Il visitatore” toccante spettacolo diretto da Antonio Calenda, sarà del 1998-99 il chiacchierato e apprezzato “Amleto” ancora con Calenda, e poi ancora un Macbeth nel 2000.

Roberto Benigni lo vorrà come Lucignolo nella favola “Pinocchio” nel 1998. ma la consacrazione come attore arriva con “Le chiavi di casa” del 2004, dove Kim Rossi Stuart da un’ottima prova di attore per la regia di Gianni Amelio, tanto che vince anche il Nastro D’Argento, del 2005 è poi l’ormai famosissimo “Romanzo criminale”, dove l’attore recita accanto a Jasmine Trinca il ruolo di Freddo un capobanda.

Fra la fine del 2005 e l’inizio del 2006 è coinvolto in un brutto incidente che lo porterà a stare per un po’ lontano dalle scene; nel mentre ha dato la sua prima prova come regista con “Anche libero va bene” e nel 2007 ha recitato per Riccardo Milani in “Piano, solo” film sulla vita di Luca Flores.

 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine