Gregory Peck

Gregory Peck
Cognome Peck
Nome Gregory
Nome Anagrafe Eldred Gregory Peck
Data di Nascita 05/04/1916
Luogo di nascita La Jolla, California, U.S.A.
Segno Zodiacale Ariete

Gregory Peck nacque a La Jolla, in California, il 5 aprile del 1916.
Fu il figlio di un’insegnante e di un negoziante di alimentari, trascorse gran parte dell’infanzia e dell’adolescenza con la nonna a causa del divorzio dei genitori.

Alla fine degli anni ’30 si iscrisse alla facoltà di medicina dell’Università di Berkeley ma abbandonò presto gli studi per inseguire il sogno del cinema.

Si spostò quindi a Los Angeles per poter frequentare i corsi di teatro tenuti dalla Neighborhood Playhouse.

Iniziò così a lavorare come attore teatrale e, successivamente, debuttò al cinema con il film “Tamara figlia della steppa” (1944) che gli diede da subito molta popolarità.

L’anno successivo venne diretto da Alfred Hitchcock in “Io ti salverò” in cui recitò anche Ingrid Bergman. In seguito continuò a lavorare con i più famosi registi dell’epoca in pellicole che gli donarono di anno in anno sempre più popolarità.

Gli anni più intensi della sua carriera furono quelli intorno al 1950, tra i film che l’hanno reso uno degli attori più famosi della vecchia Hollywood, ricordiamo “Vacanze romane” (1953) con la leggendaria Audrey Hepburn, “Adorabile infedele” (1959), “L’ultima spiaggia” (1959) e “Il promontorio della paura” (1962). Nel 1962, grazie al ruolo di un avvocato antirazzista interpretato nella pellicola drammatica “Il buio oltre la siepe”, diretta da Robert Mulligan, venne premiato con un Oscar per essere stato il miglior attore.

Con il passare del tempo e con la progressiva scomparsa dei miti del cinema classico americano, Gregory Peck iniziò ad essere messo in ombra.

Dagli anni ’70 iniziò a recitare in film minori con parti via via sempre più marginali.

Tra le pellicole a cui partecipò in questi anni vi furono “The Omen-Il presagio” (1967), un horror che all’epoca non ottenne molto successo ma che è stato recentemente rivalutato dai cultori del genere, “I ragazzi venuti dal Brasile” (1978) e “I soldi degli altri” (1991).

Il 12 luglio del 2003 morì a Los Angeles, poco dopo aver ricevuto un Oscar alla carriera.
 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine