Emmanuelle Béart

Emmanuelle Béart
Cognome Béart
Nome Emmanuelle
Nome Anagrafe
Data di Nascita 14/08/1965
Luogo di nascita St. Tropez, Var, Costa Azzurra, Francia
Segno Zodiacale Leone

Emmanuelle Béart nasce in Francia, a Gassin, il 14 agosto 1963. Sua madre è l’attrice Geneviève Galéa e suo padre è il cantante e scrittore Guy Bèart.

Inizia a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo da giovanissima, comparendo in alcuni film francesi come “Demain les mômes” (1975) di Jean Pourtalè e “Premiers désirs” (1983) di David Hamilton e in varie produzioni televisive.

Successivamente si trasferisce per qualche anno in Canada come ragazza alla pari, qui ha l’occasione di conoscere il regista Robert Altman che le fa ottenere qualche provino, ma senza mai inserirla in un film.

Al ritorno in patria decide di iscriversi ad un corso di recitazione a Parigi.

Il successo inizia ad arrivare con la pellicola “Manon delle sorgenti” (1986) diretto da Yves Montand che le fa vincere un premio Cèsar come migliore attrice non protagonista.

Dopo aver recitato ancora in altri film francesi, nel 1990, viene scelta da Ettore Scola per interpretare il ruolo di Isabella in “Il viaggio del Capitan Francassa”, a cui partecipano anche Massimo Troisi e Ornella Muti.

L’anno seguente la vediamo nella pellicola di Jaques Rivette premiata al Festival di Cannes “La bella scontrosa”, in cui interpreta Marianne e nella sentimentale “Un cuore in inverno” per cui riceve un premio David come migliore attrice straniera.

Nel 1996 esordisce negli Stati Uniti con il film d’azione “Mission: Impossibile” di Brian De Palma, nel quale affianca Tom Cruise.

Tra i film in cui recita negli anni successivi ricordiamo “Don Juan” (1998) di Jaques Weber, “Il tempo ritrovato” (1998) di Raùl Ruiz, “Vite rubate” (1998) di Yves Angelo, “Elephant Juice” (1999) di Sam Miller e “Il pranzo di Natale” (1999) di Danièle.

In questi anni diventa ambasciatrice per l’UNICEF e appare su molte riviste di gossip. Nel 2002 ottiene un iscreto successo internazionale con “8 donne e un mistero” di François Ozon, nel quale interpreta la sensuale cameriera Louise che le vale un Orso d’Argento al Festival di Berlino.

Prossimamente la rivedremo al cinema con altre pellicole di produzione francese come “Disco” (2008) di Fabien Onteniente.

 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine