Albert Finney

Albert Finney
Cognome Finney
Nome Albert
Nome Anagrafe
Data di Nascita 09/05/1936
Luogo di nascita Salford, Manchester, Inghilterra, Regno Unito
Segno Zodiacale Toro

Albert Finney nasce il 9 Maggio 1936 a Salford in Inghilterra. Si diploma alla Royal Accademy Performance Art nel 1955.

Attore ricco di talento, dimostra tutta la sua bravura sul palco, dimostrando di avere la stoffa per sostituire in alcuni spettacoli l’attore Laurence Oliver.
Grazie a queste performance, il successo teatrale non tarda ad arrivare e viene scritturato per gli spettacoli “Lutero” di J. Osbourne del 1961, “L’ultimo addio di Armstrong” di J. Arden.

L’esordio sul grande schermo arriva nel 1960 con il film “Sabato sera, domenica mattina”, pellicola che oltre a lanciare Albert Finney come attore, rappresenta in pieno il cinema realista britannico di quel periodo.

La consacrazione definitiva per Albert arriva nel 1963: diretto da Tony Richardson interpreta il film “Tom Jones”, pellicola che vince quattro Oscar e fa vincere ad Albert la Coppa Volpi al Festival di Venezia.

Nel 1964 è nel cast di “La doppia vita di Dan Craig”, diretto da Karel Reisz, regista che lo aveva lanciato con il film “Sabato sera, domenica mattina”.
Nel 1967 è al fianco della divina Audrey Hepburn nel film “Due per la strada” diretto da Stanley Donen.

La sua prima nominations all’Oscar arriva nel 1974 con il film “Assassinio sull’Orient Express” diretto da Sidney Lumet.
Albert non abbandona il Teatro e continua la sua carriera con la National Theater Company all’Old Vic di Londra, girando comunque film importanti come “I duellanti” di Ridley Scott e “Servo di scena” di Peter Yates, vincendo il premio come miglior attore al Festival di Berlino nel 1984.

Nello stesso periodo predilige film realizzati da produzioni indipendenti come “Orphans” del grande Alan Pakula e “Inganni pericolosi” di Matthew Warchus.
Nel 2000 lo vediamo impegnato nel film “Erin Brockovich – forte come la verità” con i quali ottiene le seguenti nominations: miglior attore non protagonista agli Oscar del 2000, ai Golden Globe e ai Bafta.

Nel 2003 è diretto da Tim Burton nel film “Big fish – le storie di una vita incredibile”. Attualmente è il direttore artistico dello storia Royal Curt Theater di Londra.
 
 
 

Ti Piace Canali

 

Ti Piace vetrine